Agente immobiliare: utilizzi foto efficaci per promuovere il tuo immobile?
Agente immobiliare: utilizzi foto efficaci per promuovere il tuo immobile?
Marketing

Agente immobiliare: utilizzi foto efficaci per promuovere il tuo immobile?

articolo di Letizia Galbiati 03 dicembre 2018

È arrivato il momento di pubblicare l’annuncio dell’immobile sui portali. Ma.. sei sicuro che sia veramente tutto pronto per andare online?

A colpo d'occhio

Lo sappiamo, la prima impressione è importante. È così, è nel nostro istinto di esseri umani. Recentemente ho letto la frase “A volte abbiamo una sola chance per fare buona impressione”. Non è anche così anche per i tuoi annunci immobiliari? Cosa salta più all’occhio nel tuo annuncio?

Ovviamente le fotografie!

In questo articolo ti fornisco alcuni consigli per far sì che le foto facciano un’ottima prima impressione. In questo modo la tua casa e la tua pubblicità sui portali avranno un valore aggiunto.

Airbnb: breve storia triste

Ti racconto una cosa: sicuramente conosci Airbnb, la piattaforma online per “affitti brevi”. Attraverso questo portale è possibile mettersi in contatto con numerosi privati disposti ad affittare le loro proprietà come intere case, ville, camere, loft e attici per brevi periodi.

È stato un vero e inarrestabile successo in tutto il mondo e ancora ora non cenna a rallentare. Pochissimi però sanno che nell’anno 2009 Airbnb ha rischiato di fallire. Perché? Cosa è accaduto a questo colosso?

Tutte le fotografie delle case degli annunci presenti sulla piattaforma erano in gran parte scattate dai proprietari, a volte direttamente dal loro cellulare. Il risultato è stato: brutta luce e bassa qualità delle immagini. 

Che conclusioni si possono trarre da immagini così? Che la casa è brutta e inadatta. Tu prenderesti in affitto una casa così anche se per un breve periodo? Certo che no.

La società, per fortuna, si è risollevata grazie all’intervento dei fondatori, i quali si sono recati in uno degli appartamenti e lì hanno fatto una scoperta: l’immobile era molto più bello di quanto avevano visto dalle fotografie. Il problema era estetico!

Oggi in alcune zone Airbnb permette agli “host” (proprietari) di mettersi in contatto con fotografi professionisti che organizzano servizi fotografici a pagamento.

Cosa ho imparato da questa storia?

Foto poco curate non aiutano a “vendere” e a promuovere il tuo immobile! Il succo di tutta questa storia è che devi rendere appetibile e bello il tuo immobile, facendo sempre però attenzione a non ingannare il cliente.

Ecco alcuni consigli che ti potranno essere utili:

  1. Non utilizzare il tuo smartphone
    Non ti sto chiedendo di diventare un professionista per svolgere questo lavoro, ma avere una fotocamera digitale ti aiuterà in questa attività. Se già la hai, il consiglio è di utilizzare un obiettivo grandangolare: facendo così prenderai ogni angolo della casa più facilmente nello scatto.

    FAI ATTENZIONE: il grandangolo può fare sembrare più ampi alcuni spazi, per cui utilizzalo con parsimonia.
     
  2. Luce
    Sapevi che il termine "fotografia" deriva dal greco φωτός, luce e -grafia γραϕία, scrittura?Ti consiglio di scattare durante il giorno, quando la luce è più intensa: apri le tende e fai entrare la luce naturale. Ovviamente sta a te “arrangiare il tuo set” e non avere la luce diretta nell’obiettivo della tua fotocamera. Fai attenzione a non avere fotografie troppo sovraesposte o sottoesposte.
     
  3. Scatta da diverse angolazioni
    Immortala spazi interessanti dell’immobile in modo da suscitare interesse nell’utente che visita il tuo annuncio. Scatta inoltre foto da diversi punti della stanza così da mostrare la camera nella sua interezza. Ti consiglio di caricare 2 o 3 foto della stessa stanza nell’annuncio.
     
  4. La composizione della foto è fondamentale
    Una delle basi della fotografia è la composizione. Ti consiglio di seguire la “regola dei terzi” per rendere l’immagine più dinamica e più interessante all’occhio: in fotografia la regola dei terzi è la regola in base alla quale si suddivide l'inquadratura, sia verticalmente che orizzontalmente, in tre settori.

    L'intersezione di queste linee definirà alcune "zone auree" in cui andranno disposti i principali elementi fotografici, sui quali si concentrerà l'attenzione di chi sta osservando la fotografia. Inoltre, scatta foto dritte e in orizzontale, in linea con l’orizzonte. Non c’è nulla di più fastidioso di una foto storta!
     
  5. Scatta foto interessanti: casa è anche sinonimo di lifestyle!
    Io personalmente sono amante della fotografia e adoro foto che mostrano “dettagli” o oggetti particolari. Questo è anche quello che puoi fare. C’è un camino? Un barbecue? Una zona relax in terrazzo? Angoli di giardino con fiori bellissimi? Questi elementi creano sempre interesse nell’utente e sono foto emozionali, perché non solo mostrano alcuni piccole cose, ma raccontano anche delle storie a chi le guarda. Gioca con gli spazi del tuo immobile e racconta attraverso le fotografie!

    Se vuoi usare questa tattica ti consiglio un obiettivo con lunghezza focale corta o normale: questa caratteristica si misura in mm ed è la distanza fra il centro ottico dell’obiettivo e il piano di messa a fuoco. Ti consiglio di utilizzare un obiettivo sotto i 50 mm. È quindi sconsigliato di un obiettivo grandangolare. Sfrutta la bassa profondità di campo per dare maggiore importanza ai dettagli e per suscitare emozioni!

    Attenzione: non caricare troppe immagini di questo tipo o rischi di “annoiare” l’utente. Ricordati sempre che l’utente vuole vedere l’immobile.
     
  6. Rendi presentabile l’immobile
    L’immobile deve essere pulito e in ordine. Non verranno mai begli scatti con degli stendini e degli stracci in giro per casa! Per questo concetto, e per anche andare oltre, puoi prendere spunto da questo articolo.
     
  7. Esterni
    Fotografa gli esterni del tuo immobile in modo tale che l’utente sappia come si presenta la casa fuori. Ha un giardino? valorizzalo! Ti consiglio di scattare durante la golden hour (la mia luce preferita è circa 5 minuti prima dell'alba e circa 10 minuti prima del tramonto), ovvero in quel momento in cui la luce è più soffusa e i colori risaltano maggiormente. Oppure puoi scattare durante l’heure bleue (ora blu), durante il crepuscolo, per creare una varietà fotografica.
     
  8. Post produzione
    Ahimè, anche i migliori fotografi ritoccano le loro fotografie. Gli aggiustamenti apportati sugli scatti viene chiamata post produzione o editing. Il consiglio che dovresti seguire è quello di rendere luminose le tue fotografie: aumentare contrasti e saturazione aiutano ad attrarre l’occhio umano, ma.. attenzione a non strafare, il troppo stroppia!

Ricorda che la prima foto è fondamentale per il tuo annuncio perché è quella più importante. Sarà infatti la prima ad essere vista e associata all'immobile in vendita: se questa non è interessante, l’utente uscirà dalla pagina e cercherà altro. Per questo motivo deve essere “attrattiva”, deve incuriosire e mostrare il punto di forza della casa. 

Cosa aspetti? Inizia a scattare!

Lg 200  small
Laureata in lingue, parlo anche il russo. Dal 2016 mi occupo di Lead Generation in RE/MAX Italia. Appassionata di tecnologia, fotografia, viaggi, motori e musica. Adoro la natura e preferisco una passeggiata in montagna allo shopping in città. Curiosa, mi piace imparare cose nuove e ascoltare le persone. A vostro rischio scrivo quello che mi passa per la testa.
https://www.remax.it/lgalbiati
Condividi questo articolo
Potrebbero interessarti
Iscriviti alla nostra Newsletter

riceverai le ultime news sul mercato immobiliare e del credito, sulle attività di marketing e tante curiosità sul mondo del real estate.

Iscriviti
Iscriviti alla nostra newsletter